logo

PINCIPALI MOSTRE PERSONALI/SELECTED SOLO EXHIBITIONS

Luigi Carboni ha tenuto la sua prima personale nel 1984 alla galleria Spazia di Bologna; da quel momento seguono numerose esposizioni, personali, in alcune tra le più prestigiose gallerie e Musei:  Galleria G7, Bologna; Jack Shainman Gallery, New York; Lumen Travo Gallery, Amsterdam; Alberto Weber, Torino; Studio Scalise, Napoli; Studio La Città, Verona; Studio Barnabò, Venezia; Giò Marconi, Milano; Otto Gallery, Bologna; Franca Mancini, Pesaro; Patricia Faure Gallery, Los Angeles; Sale del Castellare, Palazzo Ducale di Urbino, Urbino; Centro Arti Visive Pescheria, Pesaro; MACRO, Museo d’ Arte Contemporanea di Roma, Roma; MAC, Museo d’Arte Contemporanea, Lissone; Fondazione ZUECCA PROJECT SPACE, Giudecca, Venezia; Fondazione 107, Torino; Galleria Nazionale delle Marche, Palazzo Ducale, Urbino con Paolo Icaro, Eliseo Mattiacci e Giovanni Termini.

PRINCIPALI MOSTRE COLLETTIVE/SELECTED GROUPSHOWS

1988: Geometrie dionisiache, Rotonda della Besana, Milano; Arte italiana, Museo d’Arte Moderna, Taiwan; Acquisizioni, Galleria d’Arte Moderna, Bologna; 1989: Arte giovane, PAC, Padiglione d’Arte Contemporanea, Milano; 1991: Now in Italy, Kodama Gallery, Hosaka; 1992: Cadencias, figure dell’arte italiana degli anni ’90, Museo d’Arte Contemporanea Sofia Imber, Caracas; Museo d’Arte Contemporanea, Bogotà; Il teatro dell’arte, Galleria d’Arte Moderna, Cesena; 1993: Italia-America L’astrazione ridefinita, Galleria Nazionale d’Arte Moderna, San Marino; 1994: Mistero e mito, momenti della pittura italiana 1930-1960-1990, Fukujama Museum of Art, Chiba Prefectural Museum of Art, Kochi Museum of Art, Iida City Museum (mostra itinerante in Giappone); 1995: L’astrazione, Galleria d’Arte Moderna, Gallarate; 1996: Ultime generazioni, XII Quadriennale, Palazzo delle Esposizioni, Roma; 1997: Exelixis, Fondazione Melina Mercuri, Atene; 1998: Arte italiana: ultimi 40 anni, Galleria d’Arte Moderna, Bologna; 2001: Generazione astratta, Fondazione Bandera, Varese; “Cross Roads” Arte contemporanea della collezione Tonelli, Polo Museale Internazionale Castello Colonna, Genazzano; 2002: “Materia d’arte” Opere della collezione della GAM, Galleria d’Arte Moderna, Bologna; Assenze / presenze, una nuova generazione di artisti italiani, mostra al Centro culturale francese Le Botanique, Bruxelles; 2005: L’opera al nero, Mole Vanvitelliana, Ancona; 2007: Voi (non) siete qui, Magazzini del Sale, Siena; Generazione Astratta, Galleria d’Arte Moderna Le Ciminiere, Catania; 2008: “15×15” Forte Belvedere, Firenze. 2009: Plenitudini, Galleria Nazionale d’Arte Moderna, San Marino. 2011: The Gentlemen of Verona, Galleria d’Arte Moderna,Palazzo Forti, Verona; 2012: The Memory of White Leonar Hutton Gallerie, New York; 2013: Incontri-Zeitgenossische Italienische Kuhst, Schaufler Foundation, Schauwerk, Sindelfingen, Germania; 2015: Au rendez-vous des amis, Convegno-esposizione Internazionale, Fondazione Burri, Palazzo Vitelli a Sant’Egidio, Città di Castello; Leidenschaft passion, Museum Art.Plus, Donauschingen, Germania.

 

Nel 1988 la Galleria d’Arte Moderna di Bologna acquista una sua opera; seguono nel 1990 le acquisizioni del Palazzo Reale, Museo d’Arte Contemporanea di Milano, della Comit, che lo inserisce nella Collezione della Banca Commerciale Italiana, con tre opere, della Banca Intesa, con un quadro e due sculture della serie “Grate”, della Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna che lo inserisce nella Collezione d’Arte del ‘900, nel 2004 viene inserita una sua opera nella Collezione della Farnesina, e nel 2005 due sue opere; della serie “mappe” l’altra della serie “bianchi ombrati” vengono acquisite dalla Banca Unicredit, è presente nella collezione CSAC di Parma, nella collezione del Museo d’Arte Moderna di Bologna, nella Collezione Schaufler Foundation, Schauwerk, nella Collezione Margit Biedermann, Museo Art.Plus.

 

 

 

Alcune tra le più prestigiose gallerie e Musei gli hanno dedicato mostre personali: Jack Shainman Gallery, New York;  Lumen Travo Gallery, Amsterdam;  Patricia Faure Gallery, Los Angeles;  Giò Marconi, Milano; Studio La Città, Verona;  Franca Mancini, Pesaro;  Renata Fabbri, Milano;  OTTO Gallery, Bologna; Palazzo Ducale, Sala del Castellare, Urbino;  Centro Arti Visive Pescheria, Pesaro;  MACRO, Museo d’Arte Contemporanea di Roma;  MAC, Museo d’Arte Contemporanea di Lissone;  Fondazione ZUECCA PROJECT SPACE, Giudecca, Venezia;   Fondazione 107, Torino.

Ha partecipato ad importanti mostre collettive come Arte Italiana, Museo d’Arte Moderna, Taiwan (1988);  Cadencias, figure dell’arte italiana degli anni ’90 Museo d’Arte Contemporanea Sofia Imber, Caracas (1992); Italia/America, L’astrazione ridefinita, Galleria Nazionale d’Arte Moderna, San Marino (1993); Mistero e Mito, momenti della pittura italiana, Fukujama Museum of Art, Giappone (1994); La Quadriennale, Roma (1996);  Exelixis, Fondazione Melina Mercuri, Atene (1997); Arte Italiana: ultimi 40 anni, Galleria d’Arte Moderna, Bologna (1998); Assenze/presenze, una nuova generazione di artisti italiani, Centro Culturale Francese Le Botanique, Bruxelles (2003); Generazione astratta, Galleria d’Arte Moderna Le Ciminiere, Catania (2007);   Plenitudini, Galleria Nazionale d’Arte Moderna, San Marino (2009); The Gentlemen of Verona, Galleria d’Arte Moderna, Palazzo Forti, Verona (2011); Incontri-Zeitgenossische Italienische Kuhst, Schaufler Foundation, Sindelfingen, Germania (2013); Au rendez-vous des amis, Convegno-Esposizione Internazionale, Palazzo Vitelli a Sant’Egidio, Città di Castello (2015); Leidenschaft passion,  Museum Art.Plus, Donauschingen, Germania (2017).

 

È presente in molte collezioni pubbliche e private: Galleria d’Arte Moderna di Bologna, Palazzo Reale Museo d’Arte Contemporanea di Milano, Collezione Banca Commerciale Italiana, Collezione Banca Intesa, Collezione Fondazione Cassa di Risparmio di Bologna, Collezione della Farnesina, Collezione CSAC di Parma, Collezione Banca Unicredit, Collezione Schaufler Foundation, Collezione Margit Biedermann, Museum  Art.Plus.

×