Stefano Tonti – Falconara M. (An), 1959

Svolge attività didattica e storicistica a carattere divulgativo delle metodologie e della conoscenza dell’arte contemporanea, accanto ad una pratica dell’attività artistica.
Autore di articoli e saggi pedagogici e critici sull’arte contemporanea, ha diretto Corsi di formazione e aggiornamento, seminari di studi e convegni. Ha realizzato come autore e regista riduzioni e originali radiofonici trasmessi anche dalla RAI e collaborato con Pinacoteche e gallerie d’arte. Curatore di mostre, ha fondato e diretto l’Associazione Artistica Artemisia (Falconara M. – An) e l’omonima Galleria. E’ direttore della rivista “il Falco Letterario” e direttore editoriale delle Edizioni Artemisia. E’ stato curatore del Premio Artemisia dal 2006 al 2012 ed è tuttora Coordinatore del Premio Marche.
Fin dalla sua costituzione, ha svolto l’incarico di responsabile e curatore scientifico del CART – Centro Documentazione Arte Contemporanea di Falconara M. (An).
E’ stato Docente di Ed. Artistica nella scuola media e responsabile della sezione staccata della Scuola Libera del Nudo dell’Accademia di Belle Arti di Macerata e co – relatore per le tesi ai Corsi di Storia dell’arte all’Università di Macerata.
In ordine all’attività relativa alla pratica artistica, approda all’arte citazionista entro la quale disegno e pittura, di forte impronta poetica, sono affascinate dalle forme perfette della classicità e restituiscono la nostalgia della bellezza attraverso il frammento e la citazione affidando spesso alla memoria la ricostruzione archetipica dell’immagine. Nella sua ricerca i generi della pittura sono contaminati di grande fascino poetico. Ha esposto in personali e collettive nelle maggiori città italiane. E’ stato invitato al Premio Marche, al Premio Salvi ed alla LIV Biennale di Venezia oltreché ad importanti rassegne nazionali. Sue opere sono in collezioni pubbliche e private. Hanno scritto di lui, tra gli altri: Miklos N. Varga, Armando Ginesi, Silvia Cuppini, Fabio Ciceroni, Anna Cerboni Baiardi, Roberto Cresti e recensioni della sua opera compaiono in: Terzoocchio, Flash-Art, Tg Rai Regione Marche. E’ presente nel saggio, Le Marche e il XX secolo, a cura di Armando Ginesi, Federico Motta Editore, Milano, 2006, e nel catalogo della LIV Biennale di Venezia, Lo Stato dell’arte. Regioni d’Italia, a cura di Vittorio Sgarbi, Skira Edizioni, Milano, 2011.
Tra le sue pubblicazioni: Pinocchio, immagini di un burattino, Il Lavoro Editoriale, Ancona, 1988; Passaggi a Urbino, Edizioni Quattroventi, Urbino, 1996; Problemi di estetica e di didattica dell’arte, Ed. Artemisia, Jesi, 1996; Appunti di Pedagogia e di didattica artistica, Ed. Artemisia, Jesi, 1997; Aspetti della figurazione contemporanea, (a cura di), Ed. Artemisia, Jesi, 2001; De te fabula, l’autoritratto contemporaneo, Ed. Artemisia, Jesi, 2003; Le tecniche e i generi, Ed. Artemisia, Jesi, 2003; Riflessi nell’arte, autori italiani tra arte pop, concettuale, transavanguardia e citazionismo, Ed. Artemisia, 2004, L’opera al nero, Ed. Artemisia, Jesi, 2005; L’arte di scoprire l’arte, (a cura di), Ed. Unipress, Pisa, 2017.

×