• aba_urbino 17 Maggio 2024 | L'immagine contemporanea tra Agency e inconscio tecnologico Workshop con Giulio Saverio ...
  • aba_urbino 14 Maggio 2024 | La cultura della formazione, la professione della cultura grazie ad alcuni scatti* ...
  • aba_urbino 13 Maggio 2024 | CRONACHE DAL GIORNALE DEI PAZZI Stasera vi aspettiamo per l’anniversario della legge 180 alle ...
  • aba_urbino 10 Maggio 2024 | Alcuni momenti dell'incontro e workshop di ieri "L'arte di scoprire l'arte" con Silvia ...
  • aba_urbino 07 Maggio 2024 | La cultura della formazione, la professione della cultura con Andrea Cancellato Lunedì 13 ...
  • aba_urbino 06 Maggio 2024 | Alcuni scatti dell'incontro di oggi con Sara Piccinini, direttrice della Collezione ...
  • aba_urbino 06 Maggio 2024 | CONNECT. - IMMAGINE lunedì 13 maggio / conferenza aperta a tutti 14:30 - 17:30 AULA ...
  • aba_urbino 05 Maggio 2024 | Alcuni scatti della giornata di oggi "Festa per Volponi" nell’ambito di Urbino e le città del ...
  • aba_urbino 05 Maggio 2024 | Alcuni scatti di venerdì sera al Teatro Raffaello Sanzio di Urbino "Le Mosche del ...
  • aba_urbino 03 Maggio 2024 | "Di Paolo Volponi è stata affrontata dall'Accademia di Belle Arti la sua scrittura teatrale ...
  • aba_urbino 02 Maggio 2024 | Conferenza con Sara Piccinini, direttrice della Collezione Maramotti Lunedì 6 maggio 2024, ore ...
  • aba_urbino 02 Maggio 2024 | L’arte di scoprire l’Arte Tra espressione e comunicazione con l’Arte Terapia Pratica e ...
  • aba_urbino 30 Aprile 2024 | Alcuni scatti del workshop "Ghostwriting Paul Thek. Time Capsules and Reliquaries" tenuto ...
  • aba_urbino 29 Aprile 2024 | 📸 Alcuni scatti della visita al MIC, alla mostra su Gio Ponti e alla Manifattura Gatti del ...
  • aba_urbino 29 Aprile 2024 | *Aggiornamento 30/04/2024* Le letture volponiane saranno a cura di Giuseppe ...
  • aba_urbino 26 Aprile 2024 | Le Mosche del Capitale Venerdì 3 maggio 2024 Teatro Raffaello Sanzio Urbino ore 21.00 Lettura ...
  • aba_urbino 25 Aprile 2024 | Consigli ai giovani sul 25 aprile – Il direttore Mentre la memoria storica si assottiglia ...
  • aba_urbino 24 Aprile 2024 | Ghostwriting Paul Thek. Time Capsules and Reliquaries workshop con l'artista Alessandro Di ...
  • aba_urbino 23 Aprile 2024 | Grazie! Ci avete seguito in tantissimi! Per chi invece si fosse perso l'openlive di quest'anno ...
  • aba_urbino 23 Aprile 2024 | Grazie! Ci avete seguito in tantissimi! Per chi invece si fosse perso l'openlive di quest'anno ...
  • aba_urbino 22 Aprile 2024 | DOMANI ritorna OPEN Live! Seguici in diretta su youtube e zoom per scoprire virtualmente la ...
  • aba_urbino 19 Aprile 2024 | L'Accademia di Belle Arti di Urbino è lieta di annunciare l'evento conclusivo e condiviso del ...
  • aba_urbino 18 Aprile 2024 | Alcuni scatti dell'inaugurazione della mostra "Un quadro che non c'è" La mostra è visitabile ...
  • aba_urbino 17 Aprile 2024 | Workshop "Cantieri Schramm" 16/04/2024 Il primo giorno di lavori si è concluso, si riparte con ...
  • aba_urbino 16 Aprile 2024 | "Un quadro che non c'è" è la mostra conclusiva del workshop curato da Adam Rokowski "A painting ...

L'Accademia di Belle Arti di Urbino è lieta di annunciare l'evento conclusivo e condiviso del workshop “CANTIERI SCHRAMM”, svoltosi dal 16 al 19 aprile, con l’artista tedesco Felix Schramm, curato dalla professoressa Roberta Baldaro.

 

L'inaugurazione della mostra finale è prevista per venerdì 19 aprile alle 16.30 a Palazzo Odasi.

 

"Cantieri" è stato frutto della stretta collaborazione dell'artista con studenti e studentesse dell'ABAU.

Felix Schramm, artista visivo, nato ad Amburgo, vive e lavora a Düsseldorf.

Dopo aver studiato scultura all'Accademia di Belle Arti di Firenze in Italia e alla Kunstakademie di Düsseldorf con Jannis Kounellis (nel 1997 miglior allievo di Kounellis) e Walther Nikkels, sono seguiti soggiorni di studio all'estero a Tokyo e a Villa Massimo a Roma. Numerose mostre personali tra l’altro allo SFMOMA, all'Hamburger Bahnhof di

Berlino, a New York e Monaco di Baviera. Mostre collettive anche a L.A. e St. Gallen, Palais de Tokyo (Paris 2009), Fondazione Volume 2016. Borsa di studio del DAAD per Tokyo (2000).

Realizza installazioni percorribili con lastre frantumate di cartongesso, vernice, legno e oggetti riciclati. I suoi lavori sono presenti in numerose collezioni come lo SFMOMA e la Hurt Collection. Impegnarsi con le relazioni tra spazio e corpo ha portato ad approcci diversi nel lavoro scultoreo di Felix Schramm. L'artista lavora per gruppi di opere, che organizza sistematicamente attraverso un'allocazione concettuale. Le sue installazioni irrompono nello spazio preesistente e stabiliscono assi visivi lungo le loro superfici e bordi, che diventano visibili solo attraverso l’inserimento degli elementi. Lo spazio espositivo diventa lo spazio visivo. 

Felix Schramm di solito lavora con materiali prodotti industrialmente, tuttavia, questi appaiono come escrescenze organiche nei suoi processi di formazione dello spazio. Nelle sculture e nelle installazioni di Felix Schramm l'ambiente circostante l'oggetto è visto come parte dello spazio che definisce l'oggetto. Con questo, Schramm produce sistemi formali che traggono la loro struttura dalla dissoluzione dell'ordine (architettonico).

Vedi anche
×