logo
Elenco materie

L’organizzazione didattica del corso di Pittura si sviluppa attraverso un laboratorio che insieme operativo e dialettico, il corso forma giovani operatori che sappiano esprimersi sia nell’ambito della specificità della pittura, che nel terreno del confronto con la collettività educando nell’allievo il senso estetico, le capacità critiche di lettura dell’opera d’arte e gli interessi culturali.

L’insegnamento fornisce una base tecnica-operativa, presentando i mezzi espressivi, favorendo scelte personali e la libera ricerca, e mette inoltre a disposizione una documentazione per quanto concerne i vari movimenti artistici, in particolare dal dopoguerra ai giorni nostri, in modo che ognuno possa trovavi riferimenti e indicazioni congegnali.

Quello che si vuol fornire è un contributo nella varietà degli indirizzi e nella pluralità delle tendenze, introducendo lo studente nell’ambito dell’attualità del sistema dell’arte.

 

Il programma si articola nei punti seguenti:

  1. Studio del modello vivente.
  2. Presentazione dei mezzi espressivi e delle tecniche usate in pittura.
  3. Dalla realtà oggettiva, processo di analisi e sintesi.
  4. Scelte individuali dei mezzi espressivi, ricerca e sviluppo personalizzato del lavoro a contatto con l’opera d’arte contemporanea.
  5. Colloqui critici periodici con l’allievo sul lavoro svolto analizzando l’opera attraverso riferimenti storici, estetici e tecnici.

 

 Bibliografia

Umberto Eco, Storia della bellezza, Bompiani Editore, Milano 2004

Umberto Eco, Storia della bruttezza, Bompiani Editore, Milano 2007

Giulio Carlo Argan, Achille Bonito Oliva, L’arte moderna 1770-1970, L’arte oltre il 200, Sansoni Editore 2002

×