logo
Elenco materie

Che cosa vuol dire sentire? Gustare, provare, percepire, apprezzare, gioire, intuire, contemplare, cogliere a colpo d’occhio oppure esaminare analiticamente, con discernimento, una sensazione, una emozione, un sentimento … Nell’incertezza o nella difficoltà di circoscrivere esattamente il perimetro del campo, l’Estetica, pari a una disciplina specifica ma non specialistica, non può essere intesa in senso dogmatico o privativo, ma plenario. In un senso cioè che tutto coinvolge perché non può evitare l’ordito dell’intera esperienza. Si avvolge quindi al sapere filosofico in quanto teoria, ma anche psicologico. Linguistico ma anche antropologico, biologico e neurocognitivo; ma in quanto esperienza non può non essere “mondana”, come sosteneva Croce: ossia legarsi a tutte le manifestazioni delle emozioni e dei sentimenti applicati alle arti e alle attività umane che riconducono all’oggetto ineffabile, profondo, per quanto misterioso e evasivo dell’animo estetico, in una miscela di armonie e di contrappunti.

 

Bibliografia

Edgar Morin, Sull’estetica, Raffaello Cortina Editore, 2019

Vito Mancuso, La via della Bellezza. Scoprire e vivere l’incanto del mondo, Garzanti 2018

Sergio Givone, Sull’infinito, Il Mulino2018

 

 

×