logo

Matteo Fato è nato a Pescara (Italia), nel 1979, dove attualmente vive e lavora. Ha partecipato a numerose mostre in gallerie private e musei pubblici in Italia e all’estero.

Nel 2012 ha concluso la residenza presso la Dena Foundation for Contemporary Art (Parigi), con la mostra personale Vidéos_Dessins, e la partecipazione alla mostra La collection Giuliana et Tommaso Setari, retour à l’intime (La maison rouge, Fondation Antoine de Galbert).

Nel 2015 ha aperto una personale presso TRA (Treviso Ricerca Arte); a luglio 2017 ha preso parte alla mostra OPEN20 nel Museo Mostyn in Galles. Ha ricevuto diversi riconoscimenti tra cui il premio Level 0 – ArtVerona (2013), come artista selezionato da Giacinto Di Pietrantonio per il Museo Gamec, (Bergamo); il Premio Città di Treviglio (2012); il Premio Terna (2° classificato in Pittura, 2014); e il Premio Cramum (2016).

Nel 2008 è stato invitato in residenza presso la Fondazione Spinola Banna (Torino) con Adrian Paci come Visiting professor.

Nel 2010 è stato selezionato dalla Dena Foundation for Contemporary Art come artista Italiano in residenza presso ArtOmi, (New York).

Nel 2015 è stato in residenza per due mesi presso il Nordic Artists’ Centre Dalsåsen (NKD) in Norvegia.

Nel 2016 è stato invitato a partecipare alla 16° Quadriennale d’Arte a Palazzo delle Esposizioni, Roma.

A marzo 2018 ha inaugurato una personale dal titolo Eresia (del) Florilegio presso la Galleria Nazionale delle Marche (Palazzo Ducale, Urbino); mentre ad aprile 2018 ha aperto una doppia personale insieme a Nicola Samorì presso Casa Testori, (Milano) nel progetto dal titolo Iscariotes.

Il suo lavoro è presente in numerose collezioni private e pubbliche in Italia e all’estero.

Dal 2009 ad oggi è docente presso l’Accademia di Belle Arti di Urbino.

 

 

Matteo Fato was born in 1979 in Pescara, city where he lives and works. He partook in many exhibitions in private galleries and public museums in Italy and abroad.

In 2012 he completed his residency at the Dena Foundation for Contemporary Art (Paris), with the solo exhibition Vidéos_Dessins, and the participation in the exhibition The collection Giuliana Thomas et Setari, retour à l’intime (La maison rouge, Fondation Antoine de Galbert).

In 2015 he opened a personal exhibition at TRA (Treviso Ricerca Arte); in July 2017 he took part in the OPEN20 exhibition at the Mostyn Museum in Wales. He received various acknowledgements, including the Level 0 – ArtVerona Prize (2013), as an artist selected by Giacinto Di Pietrantonio for the Gamec Museum (Bergamo, Italy); the Città di Treviglio Prize (2012); the Terna Prize (2nd place in Painting, 2014) and the Cramum Prize (2016). He took part in numerous artists’ residencies, such as: the Spinola Banna Foundation (Turin) with Adrian Paci as the Visiting Professor (2008); ArtOmi, (New York) as the Italian artist in the residency selected by the Dena Foundation (2010); and in Norway within the Nordic Artists’ Centre Dalsåsen – NKD (2015).

In 2016, he partook in the 16th Art Quadrennial of Rome.

In March 2018 opened a solo exhibition titled Heresy (of the) Anthology at Galleria Nazionale delle Marche (Palazzo Ducale, Urbino, Italy); while in April 2018 he opened a double solo show with Nicola Samorì at Casa Testori, (Milan) in the project entitled Iscariotes. His works are included in many private and public collections in Italy and abroad.

He has been teaching at the Academy of Fine Arts of Urbino since 2009.

×