D+P05 Trappola per topi

31 maggio 2010 | Scuola di Scenografia

D+P05 Trappola per topi from valentina olivi on Vimeo.

Musiche di Mario Totaro

da Caprice Fantastique “Ouverture“.

demetrio e polibio spacer

Commenti

29 maggio 2010 | Scuola di Scenografia

commenti

Abbiamo realizzato questo sito come uno strumento di lavoro, cercando di aggiornarlo settimanalmente, perseguendo l’intento di registrare le fasi di ideazione, progettazione, realizzazione. Se per caso hai trovato interessanti i pensieri del progetto qui trascritto Ti invitiamo a lasciarci un commento.

demetrio e polibio spacer

Trappola per topi

29 maggio 2010 | Scuola di Scenografia

Per isolare nel palcoscenico uno spazio che sappia di deposito e di abbandono abbiamo deciso di gremirlo di bauli. Oggetto retorico da tempo immemore, contrassegnato dalla memoria nomade del teatro. Dalle compagnie erranti degli “scavalca montagne” fino ai service luci che atterrano sui palchi con i loro flight case anodizzati. Fuori scena, nei corridoi, nei camerini, nei retropalco si stivano e si accatastano casse e bauli.
Di tutti i tipi, di ogni dimensione: per i costumi, per gli effetti personali, quelli con le parrucche: bauli per tutto, addirittura con lavatrici.

 

1

Lavorando, nella lettura di questo spettacolo, sulle presenze/fantasma, questi bauli vorrebbero diventare uno speciale sedimento di memoria dei palcoscenici. E così dopo aver realizzato il carro siamo passati a dipingerlo. Passaggi di nero sopra il nero con spigoli in porporina che rimanda ad un odore di teca dei santi a bauli che si vorrebbero modernissimi. Cercando di restituire, nella superficie dipinta, la malagrazia intermittente della fatica del carico e dello scarico, l’inevitabile e insistito make up dell’incuria.

2

Una sequenza di numeri, propone un disordine ideale e accessorio dentro a un elemento di scena che diviene, invece, argomento di una progettazione attenta. Dentro si vuole nascosto quello che il teatro cela anche quando tutto è bene in vista. Un deposito dove è trattenuto e rinchiuso, forse in maniera viziosa, la complessità del rapporto che il melodramma e la sua forma chiusa irreparabilmente ripropone e sfuoca.
Un occhio fissa gli indizi del passato. L’occhio sinistro invece lavora fuori margine, avvisaglia fatale di uno strabismo che cerca anche dentro il ripostiglio della finzione, mettendo a fuoco i segni, i sintomi e gli armonici di allarmi e tensioni che possono apparire come identiche ma che, diversamente, hanno cambiato pelle.

3

demetrio e polibio spacer

Pensieri…

25 maggio 2010 | Scuola di Scenografia

Abbiamo ricevuto  questo commento lusinghiero  sul nostro lavoro  che volentieri pubblichiamo.
La scuola di scenografia ringrazia Roberto Paci Dalò per la sensibilità e l’attenzione.

Devo dire che trovo questo sito eccellente. Perché? ebbene, perché riesce a restituire l’atmosfera, le attività, la professionalità di studenti impegnati in qualcosa di vero e non nella consueta teoria della teoria della teoria…
Nel corso del tempo mi sono sempre più appassionato a Demetrio e Polibio Blog dove tutto è professionale. Dalle immagini, al montaggio, al suono tutto fa intravedere come potrebbe essere bello lavorare in accademie e università.
Che dire, chapeau!
Roberto Paci Dalò

http://www.giardini.sm/
http://giardini.sm/rpd/frame.htm

demetrio e polibio spacer

D+P04 Laboratorio del ferro

20 maggio 2010 | Scuola di Scenografia

Laboratorio del ferro from valentina olivi on Vimeo.

Musiche di Mario Totaro

da Caprice FantastiqueFinale Galop”.

demetrio e polibio spacer

Ottocento Novecento Millecinquecento scatole d’argento fine settecento ti regalerò

13 maggio 2010 | Scuola di Scenografia

Abbiamo incominciato a costruire il 5 Aprile, oggi è il 13 maggio: in fondo sono solo 6 settimane.
Un tempo denso come la nebbia del Polesine in cui quasi non ti accorgi delle proporzioni e dello spazio. Del tempo, appunto. L’ultimo oggetto da comporre è il più complesso. Certo ci arriviamo un attimo affaticati ma sicura­mente è possibile attingere e far conto sull’esperienza acquisita in questo mese di lavoro. Quando abbiamo progettato questo elemento ci siamo immediatamente resi conto delle proporzioni e diffi­coltà implicite, non volevamo aggredirlo all’inizio per paura di incorrere in errori che avrebbero consumato tempo e materiale con inevitabili derive di malumore. Un carro isola che contiene una montagna di bauli. Ricorda per analogia geografica teatral – brechtiana il Monte Hatelma, cima artificiale che il Signor Puntila, rinsavito grazie a una massiccia dose di acquavite, si inventa facendo accatastare gli armadi della sua biblioteca dal suo servo Matti. L’aula e gli studenti che vi lavorano, provati da tanta metallurgia, resasi necessaria per la base che fissa le ruote, ora riconoscono l’odore e la morbidezza del legno che riveste le parti in ferro. Un lavoro di precisione meticoloso e, relativamente agli strumenti in nostro possesso, discretamente faticoso. Metro, colla, vinavil, avvitatori e sparachiodi. Un groviera di cunicoli, un labirinto di sportelli, strumento per apparizioni e sparizioni più o meno prevedibili. Ogni cunicolo una struttura portante che costituisce lo scheletro e che rende praticabile in ogni piano questa macchina di bauli.

 

modellino carro isola

 

Rispetto al progetto abbiamo addolcito qualche passaggio, che nel modellino sembrava verosimile mentre in realtà obbligava ogni transito ad una vera prova di forza, aggiungendo dei gradini che semplificassero l’accesso alla struttura.
Esiste un progetto di questo carro molto dettagliato ed ogni modifica si trasmette agli altri pezzi che si collegano ad esso provocando una messa in misura di tanti pezzi pre – tagliati che compongono l’insieme.

 

costruzione carro

demetrio e polibio spacer

In giro per sartorie

10 maggio 2010 | Scuola di Scenografia

in giro per le sartorie

 

Dai numerosi incontri con il regista Davide Livermore, è scaturita la necessità di trovare costumi di repertorio, basati sulle ricerche di immagini riguardanti la famiglia Mombelli e la borghesia di inizio ottocento.
Per questo motivo gli studenti del gruppo costumi sono andati in alcune sartorie: Low-Costume di Roma e Arrigo di Milano.
La prima tappa, martedì 4 maggio, è stata alla Low-Costume dove gli studenti, assistiti dal personale della sartoria, hanno potuto individuare e fotografare soprattutto costumi maschili: inquartate, frack, gilet, camicie con jabot, cravatte, pantaloni lunghi e al ginocchio.
Nel pomeriggio approfittando della permanenza a Roma hanno visitato la buffetteria di Massimo Pieroni, dove hanno avuto la possibilità di osservare gli artigiani all’opera, impegnati nella produzione di cappelli e altri accessori.
Il giorno seguente, mercoledì 5 maggio, gli studenti si sono recati a Milano nella sartoria Arrigo.
E’ stato fondamentale l’aiuto del magazziniere, che ha saputo guidare i ragazzi nei centinaia di stands distribuiti sui tre piani del magazzino.
Al rientro il gruppo costumi ha mostrato il materiale alla professoressa Paola Mariani, potendo constatare che la ricerca è stata produttiva soprattutto per quanto riguarda il coro, che costituiva l’ostacolo maggiore.

demetrio e polibio spacer

Report dell’ 8 maggio 2010

8 maggio 2010 | Scuola di Scenografia

I lavori dell’opera rossiniana Demetrio e Polibio continuano.

1-8 maggio

Il gruppo macchinisti si è dedicato alla realizzazione del carro flight case, portando a termine la struttura in ferro e iniziando il lavoro di falegnameria che consisterà nella realizzazione dei bauli.

2-8 maggio

Il gruppo decorazione, dopo una breve assenza dall’aula di scenografia, questa settimana è rientrato ed ha cominciato a scenografare gli ultimi elementi che andranno a comporre la scena: bauli flight case e cantinelle.

8 maggioi italia_politica2

Il gruppo costumi, infine, ha iniziato la vera ricerca sul campo. Infatti gli studenti del gruppo sono partiti per Roma e Milano, dove hanno visitato, rispettivamente, le sartorie teatrali Low Costume e Arrigo.

demetrio e polibio spacer

D+P Tgr3

7 maggio 2010 | Scuola di Scenografia

D+P Tgr3 from valentina olivi on Vimeo.

Ringraziamo Alberto Pancrazi

demetrio e polibio spacer

D+P03 le crinoline

30 aprile 2010 | Scuola di Scenografia

D+P03 Le crinoline from valentina olivi on Vimeo.

Musiche di Mario Totaro

da Caprice Fantastique “Tango e Valzer viennese”

demetrio e polibio spacer