demetrio e polibio spacer

Tra vestiti che ballano

2 marzo 2010 | Scuola di Scenografia

In riferimento al penultimo aggiornamento di D+P/2010, sono stata informata di un’interessante collegamento a Boltansky, e alla sua ultima e incredibile installazione al Gran Palais per Monumenta. Questo grande artista francese, che personalmente ammiro molto…perchè non rinuncia a sovraporrere arte e vita, e riesce sempre a spiazzare con le sue emozionanti istallazioni, capaci di sorprendere e trasformare radicalmente lo spazio. Interessante è la sua affermazione per questa ultima istallazione, che definisce un’opera lirica…, in cui l’architettura avrà il ruolo che tradizionalmente è della musica.

Pertanto ho raccolto un pò di materiale che ho a casa, e che vi allego volentieri, e che spero possa servirvi. Sono immagini particolari, interviste sul suo mondo artistico, visivo e anche teatrale… Perchè proprio al Teatro Valli di Reggio Emilia, nel 2005, ha realizzato uno spettacolo dove evoca, musica, architettura, luce, e fantasmi… C’è un libro in biblioteca “Architettura e Teatro: Spazio, progetto e arti sceniche” (pag.129) di Daniele Abbado etc. dove parla proprio di questo spettacolo.

 

Prof.ssa Rosaria Tartaglia

GetAttachment

 

imgBoltanski 1

 

Teatro Valli di Reggio Emilia

Teatro Valli di Reggio Emilia

Un Commento a “Tra vestiti che ballano”

  1. Gentile Rosaria Tartaglia, grazie è un contributo interessantissimo che si innesta perfettamente sulla poetica della creazione che andremo a fare.
    Davide Livermore

Lascia un Commento