accademia di belle arti di urbino arte scuola università accademia corsi formazione alta

Biennio specialistico sperimentale in arti e discipline dello spettacolo

Indirizzo di Scultura Ambientale e Tecnologie Produttive

Corso di Diploma accademico di secondo livello

PREMESSA
La scultura contemporanea è frutto di metodi espressivi molto differenti.
Alle tradizionali tecniche artistiche si sono affiancati da tempo metodi e tecniche della riproducibilità che hanno messo in discussione non solo il “fare ad arte” inteso come scolpire e plasmare, ma l’intero panorama delle arti plastiche.
L’esperienza acquisita nella scultura ambientale dalla Scuola di Scultura dell’Accademia di Belle Arti di Urbino, con la progettazione ed esecuzione di decine di opere pubbliche sparse nel territorio, si rafforza in maniera decisiva con l’apertura alle nuove tecnologie, ponendo l’istituzione in condizione non solo di studiare e ricercare, ma anche di produrre al passo con i tempi della contemporaneità.
Questo biennio di secondo livello definisce i vari percorsi operativi che lo studio specialistico deve affrontare in aggiunta all’aspetto creativo, inquadrando le problematiche professionalizzanti che, già presenti nella società produttiva, raramente trovano spazio nella didattica.
Il corso non è orientato solo alla formazione di uno scultore/artista, ma individua i campi d’azione di un mestiere più esteso, capace di appropriarsi dei metodi utili al sistema produttivo che opera nel territorio.


OBIETTIVI FORMATIVI
Il corso di studi intende affiancare alla disciplina di indirizzo (Scultura) le metodologie della produzione industriale.
Oltre a garantire il percorso tecnologico tradizionale adotta gli strumenti della modellazione 3D per affrontare in modo esaustivo i procedimenti digitali di lettura e scansione dell’immagine tridimensionale, fino alla realizzazione di prototipi e modelli a tre dimensioni.
Per questa ragione gli insegnamenti riferiti alla multimedialità, nel loro insieme, offrono 32 crediti formativi, un quarto dell’intero progetto didattico biennale.
La Scuola di Scultura, dove già molte strade del sapere manuale sono aperte grazie allo studio progettuale delle idee e all’indagine sui materiali, si apre ad un percorso finalizzato a specializzare gli studenti con i mezzi della nuova produzione, per formare artisti ma anche abili specialisti che sappiano operare nell’esecuzione di modelli per la produzione industriale o ricostruire, mediante la lettura di immagini fotografiche o con la ripresa a scansione, oggetti del patrimonio artistico e culturale.
Il corso, determinando i punti cardine delle competenze che consentono di operare con professionalità e mezzi appropriati nel vasto campo delle arti applicate, permette di conoscere l’opera d’arte nella sua struttura e nella sua materia, i metodi per la manutenzione e la gestione dello spazio ambientale, la collocazione dell’opera e la sua verifica.
Queste competenze fanno dell’operatore artistico un professionista in grado di modificare continuamente i campi di intervento della sua creatività, non più costretta nella nicchia della specificità, ma aperta alle diverse esperienze che da sole o contemporaneamente possono far parte del fenomeno espressivo.


PROSPETTIVE OCCUPAZIONALI
I diplomati di questo corso possono operare nella libera professione artistica nel sistema dell’arte contemporanea, nel sistema della produzione degli oggetti e delle opere d’arte contemporanea per terzi, come operatori nella programmazione ed esecuzione dei sistemi relativi al trattamento digitale delle immagini in ambiente 3D, ai fini della rappresentazione artistico-espressiva e alla prototipazione industriale e del design; nelle varie applicazioni professionali delle tecniche della scultura nella produzione artistica, architettonica, teatrale e cinematografica.
Le competenze per produrre e riprodurre immagini tridimensionali con o senza l’utilizzo di stampi o calchi permettono di operare nell’ambito della manutenzione, degli allestimenti, del restauro dei beni culturali e della scultura contemporanea.


REQUISITI DI ACCESSO
Possono presentare domanda di iscrizione tutti coloro che sono in possesso di un Diploma Accademico o di una Laurea di 1° o 2° livello in discipline artistiche affini.
Il passaggio dal 1° al 2° livello all’interno della Scuola di Scultura avviene in forma diretta. Per gli studenti provenienti da altra Scuola, da altra Accademia o da altra facoltà Universitaria l’ammissione avviene tramite una prova d’accesso che prevede la presentazione di un personale portfolio di opere e di progetti e di un colloquio di verifica attitudinale.

TIPOLOGIA DELLA PROVA FINALE
La prova finale consiste nella discussione di una tesi redatta su specifico progetto e costituita da una produzione originale di laboratorio, accompagnata da un apparato storico, critico e metodologico. La tesi sarà svolta sotto la guida di uno o più relatori a seconda del progetto presentato.

Programma scultura

Download: Piano di studio (pdf)

accademia di belle arti di urbino