accademia di belle arti di urbino arte scuola università accademia corsi formazione alta

In ricordo di Alberto Boatto

L’Accademia di Belle Arti ricorda con commossa gratidutine Alberto Boatto, l’insigne studioso, saggista e critico d’arte, venuto a mancare la notte del 9 febbraio. Alberto Boatto è stato un illustre docente dell’Accademia di Urbino. Nel 2015, insieme a Mario Botta e Massimo Recalcati, ha ricevuto il premio “Il sogno di Piero”, promosso dalla nostra istituzione, con la seguente motivazione:

Con grande emozione e sincera riconoscenza, l’Accademia di Belle Arti di Urbino conferisce ad Alberto Boatto il premio “Il Sogno di Piero”. Personalità tra le più brillanti ed eclettiche della critica d’arte contemporanea, Alberto Boatto dagli anni Sessanta, nei suoi scritti, dà voce alla complessità degli intrecci nei contesti artistici. Studioso attento e rabdomantico, mentre l’Italia vede per la prima volta nel 1964 la Pop Art a Venezia lui è già in partenza per New York dove conosce tra gli altri Andy Warhol e Rauschenberg. Nel suo lavoro mette sotto la lente, prima di altri, i movimenti che poi segneranno la storia dell’arte negli ultimi decenni del Novecento ma, soprattutto, con una visione libera ed aperta, guidata da conoscenza, lucidità e passione, traccia linee di connessione trasversali capaci di amplificare il senso dell’opera e del lavoro degli artisti. Non un critico militante, non si lega ad un movimento o a degli artisti, non un curatore seppure le sue mostre sono ancora oggetto di studio, non un accademico ma libero pensatore caratterizzato da grande autonomia critica, testimone di un presente restituito attraverso narrazioni sempre attuali. Così anche è personalità centrale e di riferimento per l’Accademia di Belle Arti e per la Città di Urbino. Fin da quando, agli inizi degli anni Settanta, docente di Storia dell’Arte segnò in senso profondo la vocazione dell’Accademia di Belle Arti, guidandola e sostenendola nel praticare Lo sguardo dal di fuori necessario per poter diventare luogo di ricerca, radicata nell’esercizio della conoscenza per un’arte da fare e da comprendere, mai avulsa dal presente o sconnessa dai dibattiti culturali.

accademia di belle arti di urbino

Privacy Policy