accademia di belle arti di urbino arte scuola università accademia corsi formazione alta

Archivio di novembre 2011

Gabriele Arruzzo, Essere un’isola
Mostra e catalogo a cura di Umberto Palestini

mercoledì, 23 novembre 2011



Inaugurazione:
giovedì 1° dicembre 2011 alle ore 17.00
Durata: da venerdì 2 dicembre 2011 a martedì 10 gennaio 2012
Luogo: Casa Natale di Raffaello e Bottega Giovanni Santi, via Raffaello, 57 – Urbino
Orario: da lunedì al sabato dalle 09.00 alle 14.00, domenica e festivi dalle 10.00 alle 13.00

Factory – Contemporary Art, progetto avviato nel 2010 dall’Accademia Raffaello in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti di Urbino nell’intento di promuovere il lavoro di giovani artisti emergenti, presenta il secondo appuntamento di quest’anno con la mostra di Gabriele Arruzzo, Essere un’isola. Da questo evento il progetto Factory amplia la sua portata culturale trovando un partner nella Città di Teramo e ne L’ARCA, laboratorio per le arti contemporanee, spazio espositivo con cui l’Accademia Raffaelo ha condiviso la produzione della mostra di Henri Cartier-Bresson, La tentazione del disegno.La mostra Essere un’isola e il catalogo sono affidati alla cura di Umberto Palestini.
La pubblicazione, con testi in italiano e inglese, su progetto grafico di Luca Vagnini, è realizzato con il contributo del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, e di Regione Marche, Provincia di Pesaro e Urbino, Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro, Regione Abruzzo, Provincia di Teramo, Fondazione Tercas di Teramo e NACA ARTE.
La mostra è prodotta in collaborazione con la Galleria Antonio Colombo Arte Contemporanea di Milano.

Gabriele Arruzzo (Roma, 1976), formatosi artisticamente ad Urbino, è uno degli esponenti più significativi della ricerca pittorica figurativa in Italia. In questa occasione presenta, in uno dei luoghi-simbolo dell’Arte dal Rinascimento ad oggi, la Casa Natale di Raffaello, la mostra Essere un’isola, una contenuta ma esauriente antologia di lavori realizzati dal 2007 fino ad oggi. Cinque opere sono state realizzate appositamente per l’esposizione. Tutta la ricerca dell’autore è incardinata dentro un processo di rilevante complessità che riesce a depurare la pittura da qualsiasi cifra citazionista per declinarla dentro una fredda matrice segnaletica e sintetica. L’originalità di Arruzzo è restituire con la pittura nuova vita all’immenso catalogo d’immagini che costituiscono il nostro bagaglio visivo e culturale; un lavoro in cui l’estetica del prelievo e dell’accumulo si coniuga ad una sapiente costruzione concettuale per far affiorare significati molteplici.

La mostra proseguirà negli spazi de L’ARCA – Laboratorio per le Arti Contemporanee di Teramo dall’ 11 febbraio al 25 marzo 2012.

Graduatorie definitive d’Istituto 2011 2012

sabato, 12 novembre 2011

Pubblicate le graduatorie d’Istituto definitive a.a. 2011/2012 relative ai seguenti insegnamenti:

TECNICHE GRAFICHE SPECIALI (G100)
TECNICHE DELL’INCISIONE (G080)

Philoktet di Heiner Müller

sabato, 12 novembre 2011

Martedì 15 novembre ore 10,00
Aulateatro della scuola di scenografia
via Timoteo Viti 1

Lezione di Peter Kammerer

Il professore Peter Kammerer incontra gli studenti dell’Accademia per parlare di un grande autore del teatro tedesco. I testi di Müller sono scritti per essere letti guardando in molte direzioni. Si tratta sempre di esperienze aperte, di materiali poliedrici che acquistano la loro autonomia in quanto collegati a circuiti di pensiero molteplici.

Peter Kammerer, nato nel 1938 a Offenburg, vive in Italia dal 1962, insegna sociologia nella Facoltà di Lettere e Filosofia di Urbino. Traduce in tedesco Gramsci e Pier Paolo Pasolini.
Ha curato l`edizione tedesca degli scritti di Alexander Langer.
Ha tradotto (insieme a Graziella Galvani) i testi di Heiner Müller: “L’invenzione del silenzio. Poesie testi materiali dopo l’Ottantanove”, “Teatro IV. Germania 3. Spettri sull’Uomo Morto”, “Filottete”.
Ha tradotto, sempre con Graziella Galvani, diversi testi teatrali: “Chi va per le fronde” di Franz Xaver Kroetz, “Io, Feuerbach” di Tankred Dorst. Heiner Müller: “L’invenzione del silenzio. Poesie testi materiali dopo l’Ottantanove”, Ubulibri, Milano 1996. Heiner Müller: “La battaglia. Scene dalla Germania” in: Heiner Müller: “Lo stakanovista e altri testi”, Ubulibri, 1998.
Articoli: Peter Kammerer: “La Germania come metafora”, in “Heiner Mueller. Per un teatro di tempo”, a cura di Francesco Fiorentino, Artemide, Roma 2005 Peter Kammerer: “Denn der Mensch der lebendige brüllt. Für und wider das Mitleid”, relazione al convegno “Theatrographie. Heiner Müllers Theater der Schrift”, Leipzig, ottobre 2004, in corso di
pubblicazione; versione francese, “Car l’homme, celui qui vit, urle”, in: Travaux d’atelier. Foucault, Mozart, Müller”, Théatre/Public 176, Gennevilliers, 2005.

Out of Range 2011
Esperienze digitali e multimediali

mercoledì, 9 novembre 2011

Download (cartolina-invito pdf)

La scuola di Scenografia di Urbino incontra il Teatro Sotterraneo

martedì, 8 novembre 2011

Venerdì ore 15,00 Aulateatro della Scuola di Scenografia dell’Accademia di Belle Arti di Urbino gli studenti impegnati nella nascente progettazione de Il Signor Bruschino di Gioacchino Rossini incontreranno il collettivo di ricerca Teatro Sotterraneo, primo atto del nuovo progetto che approderà nella prossima edizione del Rossini Opera Festival.

Teatro Sotterraneo si forma nell’autunno 2004 attorno al progetto 11/10 in apnea, che entra a far parte della Generazione Premio Scenario 2005. Negli anni successivi Teatro Sotterraneo produce nell’ordine: Post-it (2007), La Cosa 1 (2008), il Dittico sulla specie(2009-2010) composto da Dies irae _ 5 episodi intorno alla fine della specie e L’origine delle specie _ da Charles Darwin, La Repubblica dei bambini (produzione per l’infanzia, 2011) e Homo ridens (2011). Dal 2008 fa parte del progetto triennale Fies Factory One promosso da Centrale Fies e riceve il finanziamento annuale della Regione Toscana per giovani compagnie teatrali, e nel biennio 2008-2010 è sostenuto dal progetto ETI “Nuove Creatività” . Nel 2009 riceve il Premio Lo Straniero e il Premio Ubu Speciale, e nel 2010 il premio Hystrio-Castel dei Mondi.

Fonti:

http://www.teatrosotterraneo.it/?s=bio

http://www.rossinioperafestival.it/2/stagione-2008.html

AA 2011 2012 BIENNI SPECIALISTICI
Lunedì 7 novembre 2011, inizio anno accademico

venerdì, 4 novembre 2011

Gli allievi sono invitati a prendere visione degli orari affissi in bacheca, con riferimento al piano di studi individuale.

“FASHION IN PAPER”: PREMIATO L’ABITO IN SUMUS® REALIZZATO DALL’ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI URBINO

giovedì, 3 novembre 2011

Fashion In (http://www.fashion-in.it ) è un progetto espositivo itinerante che si muove nel tempo e nello spazio.
Grazie a Fashion In, una selezione di talenti di importanti Accademie di Belle Arti e Università italiane lavora e si confronta con materiali inusuali rispetto alla tradizione.
Arte, Moda, Design sono reinterpretati con materiali diversi per proporre soluzioni nuove dal Gioiello all’Abito all’Accessorio Fashion.
Tra i finalisti del Concorso “Fashion in paper”, premiati sabato 24 settembre 2011 a Milano all’interno dell’evento So Critical So Fashion, l’abito in Sumus®, opera di Elisa Pietrelli, allieva del Corso della Prof.ssa Giovanna Salis dell’Accademia di Belle Arti di Urbino.
L’opera – insieme agli altri finalisti del Concorso – sarà esposta dal 27 Ottobre al 18 Novembre 2011 a Madrid, all’Istituto di Cultura Italiano, Palazzo Abrantes – Calle Mayor 86 (dal lunedì al venerdì – dalle 10.00 alle 18.00; sabato e domenica chiuso).
Fashion In Paper 2011 è un progetto promosso dalla Provincia di Milano in collaborazione con Afol Milano a cura di Bianca Cappello.

accademia di belle arti di urbino

Privacy Policy