accademia di belle arti di urbino arte scuola università accademia corsi formazione alta

Archivi per la categoria ‘Eventi’

Andirivieni | Umberto Piersanti “La parola Gemma”
a cura di di Isabella Leardini

giovedì, 18 maggio 2017

“Unendo i fili di una forma educata”

giovedì, 11 maggio 2017

L’11 maggio alle ore 10.30, a Urbino, presso i restaurati sotterranei dell’Accademia di Belle Arti di Urbino, il Presidente dell’Accademia, Sen. Giorgio Londei, alla presenza di S.E. il Prefetto di Pesaro e Urbino dott. Luigi Pizzi, consegnerà al Col. t. ST Antonino Raimondo, Comandante Provinciale Guardia di Finanza di Pesaro, una cartella d’arte dal titolo “Unendo i fili di una forma educata”, come omaggio ad una Istituzione particolarmente impegnata nel rispetto della legalità economica.

L’edizione, a cura di Giovanni Turria e Gianluca Murasecchi, contiene le lineoleumgrafie delle allieve Aleandra Todini e Ilaria Massa.

Gli studenti e i cittadini sono invitati a partecipare.

In/Stabile

mercoledì, 10 maggio 2017

Bando Instabile

Incontro con Spazio K

martedì, 2 maggio 2017

Il nuovo spazio permanente dedicato ai giovani artisti emergenti attivato a marzo 2017 dalla Galleria Nazionale delle Marche


Il Presidente Londei incontra la Ministra Fedeli

lunedì, 10 aprile 2017

Ieri, 9 aprile, Il Presidente dell’Accademia, Giorgio Londei, ha incontrato la Ministra Valeria Fedeli a Roma, nel corso della Convenzione Nazionale del Partito Democratico.

Si riporta una foto a testimonianza dell’incontro.

“La musica degli anni 70 in Italia”
Conversazione con Sante Maurizi

venerdì, 7 aprile 2017

Il 18 aprile 1978, a un mese dalla strage di via Fani e dal sequestro di Aldo Moro, le forze dell’ordine scoprirono a Roma un appartamento in via Gradoli usato come base dalle Brigate Rosse. Le circostanze della scoperta e le vicende a essa collegate (la parola “Gradoli” evocata in una indimenticabile seduta spiritica che un paio di settimane prima aveva riunito attorno a un tavolo alcuni buontemponi, fra i quali Romano Prodi) alimentano da quarant’anni faldoni giudiziari, turbolente commissioni d’inchiesta parlamentari e passioni complottiste.

Nel covo vennero ritrovate 18 audiocassette (ne sono conservate 17, giusto per aggiungere un mistero): sette vuote, una registrata in lingua inglese e nove musicali. Sono gli unici reperti che testimoniano quale  musica ascoltassero i terroristi delle BR.

Utilizzando quelle playlist e attraverso i decenni che trasformarono il gusto musicale (da “Grazie dei fiori” di Nilla Pizzi a “Ultimo mohicano – sanpietrino in mano” di Gianfranco Manfredi) l’incontro con Sante Maurizi ripercorre gli anni ’70 attraverso una delle lenti più potenti per comprendere l’evoluzione della società italiana.

Mercoledì 12 aprile 2017 ore 14.30
Aulateatro scuola di scenografia
Via Timoteo Viti 1

Festival internazionale cortometraggio
Segni della Notte

sabato, 1 aprile 2017

Comunicato stampa

Giornate di Primavera del FAI

sabato, 25 marzo 2017

L’Accademia di Belle Arti, con l’ISIA e il Liceo Artistico per le Giornate di Primavera del FAI

Lasciare un segno in un luogo storico come la Pieve romanica di San Cassiano, nei pressi del Borgo di Castel Cavallino è una sfida e un privilegio. Una sfida lanciata dal FAI il quale, con ostinata coerenza, propone nei  primi giorni di primavera la riscoperta di spazi anche poco conosciuti al grande pubblico. Un gesto che intende promuovere la rinascita di un rinnovato senso civico dell’abitare.  L’Accademia di Belle Arti, l’ISIA e il Liceo Artistico “Scuola del Libro” di Urbino, Istituti preposti alla formazione artistica, hanno aderito con entusiasmo esponendo opere dei loro allievi. L’Accademia, accordandosi a questo sentimento di rispetto ed evocazione delle dimore storiche, ha deciso di esporre segni incisi, figli della grande scuola urbinate; piccoli elementi scultorei che potessero armonizzarsi con gli spazi concessi; progetti scenografici e oggetti di scena realizzati dalla prestigiosa scuola di scenografia. L’ISIA presenta un progetto intitolato “Il dono” legato alla pratica dell’ex voto suscepto : rivisitando questa pratica in ambito laico, gli abitanti e i visitatori di Castel Cavallino saranno invitati ad offrire una loro preghiera per il paese, un ringraziamento, un proposito, una speranza. La storica “Scuola del Libro”, ora Liceo Artistico, sceglie di rappresentarsi attraverso i linguaggi della Grafica pubblicitaria, dell’illustrazione, dell’animazione e dell’installazione. Il disegno, la fotografia, l’immagine cinematografica dialogano dentro una cornice legata anche all’Incisione, alla Grafica editoriale e al Libro d’Arte. Allievi del Corso di Perfezionamento animeranno alcuni spazi con attività laboratoriali: un mosaico di suggestioni per mostrare la sfaccettata personalità di un’istituzione centrale nel panorama della formazione contemporanea. Inventare mondi formali, prefigurare spazi frutto di giovanili e fervide immaginazioni è il dono che offriamo. Strumenti di risonanza per rendere omaggio a coloro che ci ricordano quanto sia fondamentale preservare la bellezza del nostro patrimonio e riscoprirlo quale dimora dell’anima.

Open days / 25 – 26 marzo

giovedì, 23 marzo 2017

Manet incisore | Casa Natale di Raffaello

venerdì, 17 marzo 2017

Comunicato stampa

accademia di belle arti di urbino

Privacy Policy