accademia di belle arti di urbino arte scuola università accademia corsi formazione alta

La Muta del III Millennio – progetti finalisti

17 dicembre 2014.

La commissione incaricata di visionare i bozzetti partecipanti al bando “La Muta del III Millennio” ha selezionato per ciascuna categoria i seguenti finalisti:

per la categoria Arti visive

  1. Fato Matteo
  2. Frani Ettore
  3. Picariello Dario

per la categoria Fashion:

  1. Facchini Anna e Laura
  2. La Rocca Andrea
  3. Tribuiani Georgia

Senza Titolo 2014 di Marika Ricchi

16 dicembre 2014.

A cura di Dario Picariello & Miriam Pascale

Il lavoro di Marika Ricchi si sviluppa in un gioco di contrasti, il movimento, l’armonia e l’equilibrio si oppongono alla pesantezza del ferro e alla sua staticità. Il lavoro si appropria dei chiari simboli dell’Universo femminile, e si caricano come un fardello di significati altri.  Si tratta di un Manifesto Femminista, sospeso nello spazio buio, esposto, sul palco illuminato e senza vergogna. Questo Tutù costituito da ferro e cotone, vessillo rappresentativo del profondo e intimo mondo femminile, in un equilibrio di opposti, all’oggetto fisico e statico l’artista contrappone l’oggetto metafisico, proiezione di se stesso in una pirouette eterna, che non vorrebbe fermarsi mai.  Senza Titolo (2014), ci invita a riflettere sulla condizione femminile, sulle tragiche vicende che pesano sul mondo delle donne, a volte bloccate in Cul-de-sac. A volte uragani inarrestabili.  In senso più ampio il lavoro di Marika Ricchi, c’invita ad un’analisi introspettiva, spingendoci verso una dimensione intima e privata attraverso un oggetto fine e grazioso, disposto a spezzarsi piuttosto che piegarsi, mai.

Marika Ricchi’s work can be seen as a mixture of contrasts: dynamism, harmony, and balance outweigh iron heaviness and its inaction. Her work appropriates clear symbols of the feminine Universe which invoke other meanings. It is a Feminine Manifesto, suspended in the dark space, shamelessly exposed on the illuminated stage. This tutu , composed of iron and cotton, represents a banner of the profound and intimate feminine world. In a balance of contrasts, the artist counterposes the metaphysical entity to the static object, as a self-projection in a ceaseless pirouette.

“No title” (2014) is an invitation to reflect upon the feminine condition and its tragic sequence of events. In a broader sense, Marika Ricchi’s work lures to an introspective analysis. She leads us towards an intimate dimension through a delicate object, which would rather crack than bend. Never.

Marika Ricchi

的作品再冲突矛盾的游戏中产生,运动、和谐和均衡。反对铁的沉重和不活跃。他的作品适合雌性女性世界的明确象征。并承载了其他含义的负担,是一个女性的宣言、悬浮在黑暗的空间。在舞台上照亮、不知廉耻。这种短纱裙由铁和棉花组成,这种典型的象征和内在的女性世界。在对立的平衡,物理对象和静态艺术家对比了形而上学的对象,自己投射到一个回旋的永恒,他永远不会停止。无题(2014)邀请我们反思妇女地位,关于打压女性世界的悲惨事件,有时锁定死路,有时飓风势不可当,在 Marika Ricchi 的工作的最广泛的意义中,邀请我们反省分析,通过对象结束 和优美的推动。我们走向一个私人和优雅,愿意直接打破而不是拐弯打破从不。
发自我的

Academic credit:

Texts by Dario Picarielllo  •  Organization and coordination by Miriam Pascale | Dario Picariello • Assistants Gabriella Di Carlo | Donato Mariano  English translation by Alessandra Di Sante  •  Chinese translation by Cao Linqi  & Li Sichen

Incontro con l’artista: Luigi Presicce

2 dicembre 2014.

Borsa di studio Franco Zeffirelli per le Arti

2 dicembre 2014.

Franco Zeffirelli Scolarship – Fondo per le Arti 2015

La Borsa di Studio Franco Zeffirelli per le Arti conferisce agli studenti delle Accademie di Belle Arti borse di studio per studiare a New York.

Sono aperte le selezioni che permetteranno a due studenti dell’Accademia di Belle Arti di Urbino di studiare a New York per un periodo di 6 settimane.

La scadenza per la consegna degli elaborati è il 30 gennaio 2015.

Saranno selezionati da una commissione interna all’Accademia otto tra gli studenti più meritevoli, i quali affronteranno successivamente un colloquio con il prof. Greg Wyatt, direttore dell’Academy of Art, che sceglierà quindi i due vincitori della Borsa di Studio Zeffirelli per le Arti 2015.

Nella tana del bianconiglio. Saggio sulla mutazione digitale

29 novembre 2014.

Giovedì 11 dicembre alle ore 17.00 l’autore presenta il libro “Nella tana del Bianconiglio. Saggio sulla mutazione digitale” edito dalla casa editrice Effequ.
L’incontro si terrà presso l’Aulateatro della scuola di Scenografia dell’Accademia di Belle Arti di Urbino (via Viti).

Giuseppe Stampone – Global Education – un progetto di arte partecipativa

24 novembre 2014.

Giuseppe Stampone

Global Education / un progetto di arte partecipativa

Conferenza / presentazione del corso di

Tecniche e Tecnologie delle Arti Visive

Aula di Scenografia, via Timoteo Viti

mercoledì 26 novembre, ore 10.00

Giuseppe Stampone, docente di Tecniche e Tecnologie delle Arti Visive, mercoledì 26 novembre alle ore 10.00, presenterà il progetto di arte partecipativa Global Education. La conferenza è aperta a tutti gli studenti iscritti ai Bienni specialistici dell’Accademia di Belle Arti di Urbino. La presenza al seminario degli studenti iscritti ai corsi triennali farà acquisire ai partecipanti un credito formativo.

Giuseppe Stampone è nato a Cluses (Francia) nel 1973. Lavora fra Roma e New York. L’artista integra l’uso dei new media a progetti didattici impegnati su temi globali quali emigrazioni, risorse idriche, guerre. È un autore che agisce utilizzando le sinergie dei linguaggi artistici associati alla didattica e rivolti al sociale, operando fra realtà materiale e realtà immateriale. Crea piani neodimensionali in cui l’opera espande la sua forza comunicativa inserendosi nel nostro quotidiano per modificarne le relazioni sociali.

Il tratto distintivo della sua recente produzione artistica è rappresentato dalla scelta di reinterpretare la tecnica pittorica tradizionale attraverso l’uso della penna bic, strumento quotidiano che consente all’artista di sottrarre l’immagine al proprio universo mediatico e di riportarla alla dimensione autoriale.

La ricerca di Stampone si snoda fra una serie di progetti multidisciplinari che incorporano spesso un’imprescindibile dimensione artistico-didattica. È proprio questo il caso di Global Education, progetto itinerante che, dopo l’esordio nelle prestigiose sedi di Palazzo Reale a Milano e Dynamo Camp a Pistoia, attraverserà altre 37 tappe su tutto il territorio nazionale, approdando fra gli altri al MAXXI di Roma e al GAMeC di Bergamo.

La Muta del Terzo Millennio 2014/2015

14 novembre 2014.

L’Accademia di Belle Arti di Urbino, in collaborazione con il Royal College of Art di Londra, CNA Associazione Provinciale Artigiani di Pesaro e Urbino e Regione Marche, organizza “La Muta del Terzo Millennio”, un concorso per gli allievi iscritti o diplomati dal 2000 presso l’Accademia di Belle Arti di Urbino o il Royal College of Art di Londra

Scadenza invio progetti 7 dicembre

Bando La Muta del III Millennio

Umberto Cesari Art Contest 2015 – Put your art on the label

11 novembre 2014.
Umberto Cesari in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti di Urbino, l’Accademia di Belle Arti di Venezia e l’Université du Québec à Montréal promuove il concorso per studenti  Umberto Cesari Art Contest 2015 – Put your art on the label

Bando di concorso

Modulo di adesione

per l’iscrizione visita il sito
www.umbertocesariartcontest.it


Mostra Galerie Frédéric Lacroix Parigi – Davide Mancini Zanchi

10 novembre 2014.

Nell’ambito della residenza artistica presso la Dena Foundation for Contemporary Art (Parigi), Davide Mancini Zanchi, vincitore di una borsa “Programma LLP Leonardo – Design your future 2013” dell’Accademia di Belle Arti di Urbino, espone dal 15 al 30 novembre alla Galerie Frédéric Lacroix, 13 rue Chapon – 75003 Paris.

Primavera 3 – livret d’exposition

Lezioni NTA e VMD

7 novembre 2014.

Si comunica che a partire da lunedì 10 novembre ’14 partono le lezioni del 2°  e 3° anno di Nuove Tecnologie dell’Arte e del del biennio di Visual e Motion Design.

calendario NTA VMD 14-15 I Semestre

accademia di belle arti di urbino